La sibilla. (seconda figura)

il manicomio

Un manicomio capitale

con rime doppie a carnevale

guardar si può dal corto al lungo

ma non trattar con quel che pungo

fin la vocale si sente male

se vento che spira non si rigira

scopan come matti la notte ed il dì

dentro la cintola di Venerdì

e di tutta la storia

han fatta baldoria.

Canzonar soave di gusto toscano

vergato a prosa con la mia mano…

cavatappi

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: