Fatti Elena in salotto.

fatti Elena in salotto

Spietata la lingua aratro tra le zolle della pagina scava il solco via Po

un soldo di pane in bocca all’atlante mescolato all’hashish

il peccato confusione sorretta pesata cagata dall’alto

frana valanga piove dal nulla un concetto la catena è la cuccia dell’Uomo…

la forma ulula nella notte buia, urli di silenzio, di pazza reclusione, di pazienza…

la lenza amata di verme oscilla tempo immobile

follettol’eterno rincorrere dell’illusione vivere

il fiume scorre d’attesa,

il giorno, lo sbocco alla strada,

l’orizzonte si apre ventaglio d’aria sogno svanito dalla realtà,

perfezione amaro boccone senza perché

così è anche oggi,

volare sull’onda

in una goccia del mare.

cucchiaino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: