Programma zero.

 

panoramica

Tepore di luce sapore di niente

dopo la lunga corsa l’attimo

oblio specchiato alla fonte

colori spalmati sul pane

spruzzi d’idea alle corde

musica il ruggire intimo

un lago le stelle di fronte

specchio che scopre le tane

al vivido lume che morde.

Così bello coperto di nulla

ali di parole il calore del gelo

sulla pista l’aereo che rulla per l’ultimo volo.

gabbiano

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: