Ruggito d’autore.

valentino

Onda che porti i capricci del mare

crucci di giorni spogliati dal ramo

stracci di sogni sorpresi a rubare

attimi in cocci del vivere gramo

sussurrano i fiori colori e profumi

dipinge il tramonto di rosso vulcano

la strada smarrita s’accende di lumi

c’al tremulo spino riprendono mano.

 

Vola la tigre sul ciglio del vento

tira la freccia oltre il limite ignoto

rombare d’azione la nuova canzone

umore ritmato scandito in crescendo

natura bellezza poesia a caccia di frodo…

cucchiaino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: