Alla Mona (s) Porca.

alla Mona (s) Porca

             Grrr ringhia la tigre nella tana

     fiutando il profumo di fighe lontane

   a pelo di vento s’allunga la lingua leccosa

    per raspare ribollire di minestra tra peli sugosi

           e va mano a menar contento…

 

Grrr eca il muro della prigione

fuori dall’eco dell’altro giorno

leccare la calce del dovere

vernice a spruzzo del godere

freme la tigre la libertà

musica infuria le urla del corpo

affondando feroce il pugnale

che non fa male…

 

Grrr agogna la palla di cannone

pressata al fondo del trombone

  polvere da sparo in quantità

da sfondare l’odore di santità

via i bottoni del colorito

fuoco la pelle sarà il vestito.

fuochi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: