Una botta di vita!

Bella di pelo lustrato

fresca rugiada incantata civetta di culo sfondato

Portici nella notte colonne lo stretto passaggio

vagabondo cercare di senno di sogno la strada del nero villaggio

Sapore di stalla il mattino

scarpetta abbandonata scivolata alla sera del grigio cammino

Il cerchio di vampiri del sangue chiuso il rubinetto

quel poco che resta raccolto nel palmo tenuto ben stretto

Gira l’ago nella bussola

uscire di testa danzare sul fuoco urlare di gola

Piace volare l’idea il vento soffia tra le dita il varco l’orizzonte respiro scintilla una botta di vita…

sonata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: