Chicchirichì!

 

Frena la lingua calcando il piede

sull’orma la storia fiume che scorre

nell’alveo probabile che non si vede

tenebra d’ombra il ponte alla torre…

Enigma sussurra civetta tra i merli

parole gli incanti appesi allo sgozzo

mura sonanti di cotiche pelli

specchian le stelle dal fondo del pozzo…

Fresca cascata che sgorga dall’aia

spinge fortuna con mano sicura

sogni a russare in castelli per aria

segano acqua d’allegra natura.

treno 2

Un commento su “Chicchirichì!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: