Caronte.

 

Lacrima di pianto veleno colato

giù dalla rupe dove rompe l’incanto

cascata di sale dal sapore velato

.

Anima al demonio vivo successo

moneta succhiata di perfido conio

obolo che chiude la porta del cesso

.

Cenno d’intesa al gregge sognante

fogna nel mucchio che macchia l’offesa

fregio d’autore sul duro diamante

.

Vita stonata nota d’accordo

abisso di vuoto nel vento una data

del giorno il lamento s’è spento il ricordo.

caronte