Imperfetto perfetto.

 

Quando il nulla ha peso

passa l’orgoglio col bordone

tirando avanti quel che sta dietro

a montare chili sul groppone

fiato di bue che misura il metro

sull’asino zoppo dal raglio offeso

.

Pensiero di ieri abita altrove

scorda il colore del proprio sangue

tomba di carne che porta l’occhio

a fondere rimorso senza tregue

fantasmi e polvere d’abbacchio

colpevole affanno in ogni dove 

.

Parola bacio sulle labbra

mille milioni miliardi

girano le stelle nel tondo vuoto

luce che abbaglia i ciechi sguardi

cavalcando a pelo il mare immoto

spoglia la musa le vesti membra.

 

orto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: