La cagata.

 

Sullo sfondo un cesso di fretta

che il fenomeno raggiunga la porta

corsa ad ostacoli spinta con petto

precipita il fardello alla vista del porto

.

Tira sollievo la trascendente catena

scroscia il pensiero spazzando la via

effimero volo da culo a locu ameno

fogna dei sogni di sbarco al lunario

.

Va il gioco a pulire la lingua melmosa

di carta e di stracci stampati a ricordo

navigando sul mare di moto palloso

il vanto dell’ io si è fatto una merda.

la cagata 3

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: