Il mostro e la bestia.

Cos’è il poeta

senza una ballerina da sniffarle il culo

nell’uggioso gelo

riscaldato dal fuoco d’amore?

.

Fatta la strada a menar di sega

da gabbia di gabbie impacchettato

di tutto a condir chissenefrega

a falso bere di buon vino etichettato

.

Triste cosa diventare vecchi

col cazzo in tiro che batte in testa

guardare pecora senza toccare

ispira il lupo a poetare fame

.

Non serve Arte a ricambiar l’abbraccio

di mille e mille che andar sollucca

miela la parola tendendo il laccio

ridendo a tempo di munger mucca.

corvo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: