Progetto zero.

 

Amore di macchinette

“crocefisso e cornuto”

gracchiano arpie riflesse allo specchio

girano molle ingranaggi bulloni

tette masticate cazzi maciullati

succhiano sangue al santo lordato

.

Riposa l’orso nell’isba solitaria

rutta e grugnisce lo spietato silenzio

grigio il pelo l’arco il baleno

solo la morte può bussare alla porta

allora che importa?

allegretto vivace 2

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: