La coscienza di Kant.

 

Sorseggiando il dolce nettare

dal bicchiere di carne

svuota l’anima la parola

cocktail vaginale

bava mestruo e piscio

sperma marcio d’antiche chiavate

boccone dell’ostrica

peccato inconfessato, la vergogna

membro ideale la società del consumo

fumo camuffa i ricordi

parla il culo: “che stronzata.”

la coscienza di Kant 2