Lo spiffero.

 

Un mondo al contrario

discutono gli abiti

sul modo di fare.

.

Tant’anni di galera a tenere su il palloncino con il fiato soffia soffia che sale di là dalla finestra il vetro non si tocca non si passa s’agita la vita marea allunga lo sguardo le macchinette caricano l’ostia il programma il grande pallone come si vestirebbe uno zingaro se avesse i soldi nulla di male pomposità di qua dalla finestra uno specchio che spiffera trova il buco fottilo fottilo col dito che c’è da ridere? Si fa così per tappare il vuoto pelle tarlata bibliotecata posta che non parte sta lì in giacenza attesa aspetta finalmente di chiudere gli occhi nel sogno va meglio li almeno passano gli incubi e ci si diverte…

.

I poveri sono la forma dei ricchi

ma a noi che ci frega?

studio (2)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: