La bella Troia.

 

Nel nido tra soffici piume

spalmando miele per leccare dolce

musica l’urla che suona il lume

lassù tra i rami cinguettare di voce

.

Righe e capricci da domare con frusta

docile apre il ventre il suo odore

cascata travolgente all’udire che gusta

volare d’uccelli tra i fuochi d’amore

.

Brividi al tocco la porta segreta

timidezza e candore artigli di fiaba

arte e furore da puttana sguaiata

tra le mie braccia esplode la bomba.

relax