La scarpetta di Cenerentola.

 

Fu così che con un rutto ben fiatato

fuggì l’anima

bambola d’osso macinato

al covo del verme la polvere prima

.

Fa cannuccia d’un poeta innamorato

sniffando la striscia

scia leccata amando il peccato

lucido specchio riflette la biscia

.

Esplosione tempesta uragano

dei sensi

corda tirata al grande baccano

sospira il silenzio di microbi immensi.

swing