Il ramo di oggi.

 

Dice l’albero che le radici sono fonde e tengono su la baracca

l’onda di parole che viene da ieri con l’io sull’asta

“io sono un cretino”

sottintende la cifra che manca al totale

.

Dice l’uccello all’ultimo ramo

“dolce la gabbia che imbecca la tavola

oltre c’è il nulla e l’onda spinge ad aprire le ali

ma dove volare?”

.

L’albero risponde:

“Sono le radici che ti legano a ieri,

quello è il nulla che vedi.”

.

Una stanza piena di fantasmi

ulula alla notte buia

mentre la foresta vola via.

il ramo di oggi