Selvaggio.

 

Maschera a prova di morsi

piume unte con olio di cacca

becco appuntito

vedere e avvampare

spegnersi lentamente nel dolce abbraccio

schizza la fontana

tam tam risuonano nella giungla

ruggiti feroci

chiuso nel nido a ripiumare

l’uccello di fuoco

splendono i colori

mentre la penna s’intinge

nel sangue della poesia.

selvaggio

3 commenti su “Selvaggio.

  1. C’è un frammento de L'”Orestiade africana” di Pasolini (la trovi in rete) relativo alle Erinni in analogia alla natura selvaggia e alle belve feroci…forse dovresti vederlo e ascoltarne dalle voce del poeta le riflessioni…fammi sapere.

    Mi piace