Pesce d’aprile.

 

Se quel dì fossi cannibale

carne fresca sbranerei

ricompatto bene e male

tutto il sangue mi berrei

.

Dell’uno comprendere l’universale

sguazzando tra i visceri al microscopio

mangia abbuffa divora generale

null’altro agente è fatto proprio

.

Dato fuoco al pentolone

cuoce in brodo l’energia

apri la bocca bel troione

che ci sborro in allegria.

pesce d'aprile