Diesis.

 

Passato il tempo di giocare con le

bambole

che s’aprono sbrodolando

al tocco di lingua

.

Ma che tempo è adesso?

.

L’essere ancora là

e non qua

a vedere la mano far calli

dal lungo menare…

.

Mezzo tono d’accidente

messo in asta a sventolare

l’occasioni perse

la fuga lo scampo

.

Presente mare il galleggiare

con quel che è

per non affogare.

diesis

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: