Il cazzo Cenerentola.

 

Spinge fuori desolazione

la strada che chiama

i tentacoli aperti

all’abbraccio mortale

.

Lusso e cucce di cani

dove l’ala tocca vola

la bellezza del far di mani

lava d’oro il vulcano cola

.

Tutta la vita un solo giorno

coi pastelli a colorare

il grigio tran tran che cuoce il forno

null’altro pane da reclamare

.

Attende il treno alla stazione

l’ora che segna la celeste trama

senza sicuro d’essere certi

acqua che scorre nel suo canale.

giostra