Iti a spennare riiti spennati.

 

Tristo destino morire di fame

anzi il ludibrio della menzogna

appeso al cappio di un salame

pisciando il getto nella fogna

.

Alza il sipario la giornata

butta miscuglio a minestrone

fatta a dovere una cagata

quel che si sgonfia nel coglione

.

Copre la vita un foglio scritto

gratta e vinci quel che si trova

importa il pico d’un peto fritto

l’aria dell’ora che il tempo cova.