Primavera.

 

Di immagine il profumino apre le gambe

fiore di primavera nella turbe mondezza

le ali aperte su secoli e terra malata

al capezzale grigio del vate fetente.

Amore di giovinezza carne fresca

bevuto alla fonte dell’aria del sogno

abbraccio volteggiante tra nuvole e stelle

la lingua che tocca la vera sorgente.

Spinge a fondo la matita

parole sussurri piaceri d’amante

non è distanza più breve di un bacio

il fuoco feroce che l’attimo sente.

.

primavera

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: