Intermezzo canonico.

.

“Che fai tu, luna, in ciel? Dimmi che fai, silenziosa luna?”

Quel bigotto del Leopardi, il pastore errante nei pascoli dell’Asia, i tempi del liceo… introduzione, si può dire che la luna in qualche modo eserciti degli influssi sui poeti e non solo, influsso, influenza, in luna crescente tutta la natura si solleva, le piante crescono più velocemente, le maree eccetera, in luna calante crescono le radici e chissà quante altre cose succedono nel sottosuolo.

La figura della luna è la stessa del ciclo ovarico femminile, le donne, si sa per certo, sono lunatiche, la luna nuova rappresenta le mestruazioni, poi inizia a crescere e si forma l’uovo, quando è piena e fertile, quando cala l’uovo invecchia, muore e il ciclo si ripete.

Si accendono un sacco di domande, dal confronto in luna nuova l’ovulo morto viene espulso, e dove va? Cos’è il sangue mestruale della luna che si bevono i poeti?

Appare la coscienza sporca, nell’ebraismo e di conseguenza nelle religioni che ne derivano ma anche nelle religioni orientali la donna durante le mestruazioni è considerata sporca, non so se gli ebrei lo fanno ancora comunque un tempo le donne mestruate non potevano neppure essere toccate, non era kasher, le ossa non sarebbero più risorte dalla tomba, di certo la mentalità è rimasta, un periodo buio, proprio come la luna.

Che c’entra la coscienza? Anche i neri o negri si sentono sporchi, altrimenti per quale motivo Michael Jackson si è fatto bianco? si è lavato, come Calimero, è diventato una luna piena…

Ancora la coscienza, rimorde pentita, si vede un ciclo mestruale anche nelle gradazioni di colore delle razze umane, in questo caso l’ovulo bianco nasce dalla morte di un nero che viene espulso nel sangue…

Anche il corpo è considerato sporco dalle religioni e da molti giornalisti benpensanti, l’indecenza dei corpi nudi, l’oscenità nuda del crocefisso però è considerata bene, un male bene, un’ eccezione, un problema teologico, si può spiegare solo in un manicomio.

Mettiamo da parte, anche la coscienza si sente sporca, bisogna confessarsi, espellere il peccato, in questo caso, quando ci si confessa, si espellono parole, quindi una parola sporca, la parola negro è sinonimo di morto, escono le ossa bianche dalla tomba verso la luna piena come succederà ai pii ebrei ed a Michael Jackson?

Divagazioni senza conclusione, le parole sporche e le belle parole, un altro ciclo mestruale, parole bianche splendenti si possono vedere solo su una pagina nera, forse ancora sporca di sangue, chi lo sa? Certo se le parole fossero tutte uguali, come dire? vista con filosofia, una parola è un segno la cui forma è un codice di lettere, qualsiasi parola, ecco risolto il problema.

La luna cresce, forse come le cagne manda un odore ed al mondo si rizza il cazzo, questo spiegherebbe la crescita delle piante e chissà quante altre cose…

.

luna

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: