Il cazzo di Ulisse.

.

Il cane alla catena abbaia

bau bau

navigare tra sbarre lucchetti porte chiuse

carie cappi ceppi forche

la carne brucia

cicatrici d’anni dimenticate

sborrate di sogni maldigerite

sirene sugli scogli dell’impossibile

la voce della tempesta

rinchiusa in un faro.

.

isola

Un commento su “Il cazzo di Ulisse.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: