Mutandismo.

.

Una volta, quando ero giovane, tanto tempo fa, stavo leggendo “L’inconsolabile” tratto dai “Dialoghi con Leucò” di Cesare Pavese, descrive un dialogo tra Bacca e Orfeo sui motivi per cui quest’ultimo si volta a guardare Euridice perdendola per sempre.

Ero arrivato alla fine dove Bacca dice: “Purché le donne di Tracia non sbranino il dio.” Chiusi il libro e rimasi un po’ lì a fantasticare. Il mito di Orfeo ed Euridice mi affascinava, cercavo di immaginare quel che avrei fatto al suo posto, davanti avevo il nulla, con la lira donata da Apollo in cambio dell’anima, (novello doctor Faustus alla Mann), iniziai a suonare, le note si scioglievano nel nulla e davano forma alla figura, un grande baraccone pieno di dannati, puzza di sudore, rutti, scorregge, bestemmie, urla, tutto andava per il meglio quando mi addormentai e mi misi a sognare e mi trovai proprio lì, davanti c’era Ade incantato dalla musica che mi concedeva Euridice a patto che non mi voltassi prima di uscire dall’inferno.

Non so da quanto tempo era morta e non la vedevo, forse la cosa era avvenuta in un’altra vita comunque, per farla breve, Ade fece chiamare Euridice che arrivò poco dopo.

Mi trovai di fronte Angela Merkel in sottoveste, giarrettiere e calze nere, dallo spavento mi svegliai e da allora non mi chiesi più perché Orfeo si voltò.

.

L'antifona

11 commenti su “Mutandismo.

    • Queste cose non so, un chirurgo professionalmente opera sia una bella donna che una racchia, sono figura asettiche, come risucchiare un filo di catarro sputato per strada, da rimanere impassibili, questo è il mio sistema, parole senza giudizio bene o male che siano altrimenti si perde metà dei significati. Comunque poi la testa di Orfeo risparmiata dal pasto delle baccanti rotola via, Germania, Alemagna, mela magna… sembra New York la grande mela, da bambino lo facevi quel gioco che da una parola se ne doveva ricavare un’ altra per associazione? Qualcosa del genere, enigmistica colta, come frulla…

      Piace a 1 persona

        • L’arte si ruba e te meglio di così non potevi iniziare, ormai il gioco ti ha preso, solo che va usato a pizzichi, me anni fa sono mezzo impazzito, così, per divertimento. Non esiste un metodo, è un’ispirazione artistica, fin’ora ho fatto giocare i personaggi dei miei libri, oggi è stata la prima volta che l’ho fatto nella realtà, Came mi ha davvero sorpreso, me sono anni che lo faccio e ci vedo cose su diversi livelli di significato, te sei giovane ed hai tutto il tempo.

          Piace a 1 persona

            • non so, me ne ho sessantacinque ed ho iniziato che avevo su per giù quaranta, avevo fatto un lavoro dove vedevo bene che non ero un cretino e questo mi aveva aperto una porta che non si è ancora chiusa, te non mi sembri tanto vecchio dalle cose che scrivi. ti esprimi molto bene in dialetto, certi tuoi versi andrebbero musicati, non ce l’hai sotto mano un bravo chitarrista?

              Piace a 1 persona

              • alcuni sono stati musicati…sai io lavoro nel teatro…grazie per aver voluto sottolineare la freschezza…

                "Mi piace"

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: