Davanti le quinte.

.

Teatro il palcoscenico del mondo

pubblica rappresentazione in favo d’ape

sottofondo di rutti e scorregge

si recita a braccio

improvvisando sulle battute del caso

maschera e finzione

intorno alla tavola imbandita

la bestia di miliardi di denti che macinano incessanti

qualsiasi cosa le si butti

vederle queste bocche sciamare di fame

il pubblico nell’ombra dei riflettori

nuvolone nero alla tempesta

lampi tuoni

il boato dell’applauso.

.

tramonto con elefante

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: