Categoria: arzigogolo

L’ermafrodito.

Fiutavo quel nome, “Quanto è bella giovinezza che pur passa tuttavia”, strutturato sul “Mein Kampf” che calava profondo in una tazza di caghetta di cane piena di vermi da bere d’un fiato, s’alzava un crocifisso lugubre, saltellava sulla punta all’inseguimento della porta aperta fino…

Il valore.

  Avevo preso carta e penna per scrivere una poesia, avevo la frase: “Una nuvola di niente offusca…” ero indeciso se continuarla: “Offusca l’aria…” oppure: “Offusca il cielo…” cercavo qualcosa di meno banale da farle offuscare e tra me ragionavo: “Una nuvola di niente…

La teologia.

  Il tomismo, che potrebbero capire preti e suore sempliciotti tra tutte quelle parole difficili? San Tommaso per certi versi ricorda Epicuro ed il suo tetrafarmaco ed anche, perché no? sant’Agostino nelle Confessioni, solo nel titolo del libro però. La lotta tra bene e…

Il cucuzzolo.

  Ero a letto con una che me lo stava succhiando, la luce fioca di un’abat jour spruzzava le tinte di colori eccitanti mentre ascoltavo i gorgoglii ed i sospiri di lei, nel mentre le accarezzavo i capelli dirigendola ai punti più caldi ed…

Il callo pestato.

  Potenza di fuoco, la realtà un callo pestato, miriadi di stelle s’accendono e pulsano, il piacere d’urlare sguaiato, fa male ma è solo un pensiero, altrimenti il peggio scorticherebbe viva la pelle e quel che sta sotto, parole si sa ma non sapere…

Il gioco dell’Arte.

  C’era una volta (ma potrebbe esserci ancora) uno stomaco cacciatore che viveva in una casetta dentro un cucchiaino da caffè. Come è fatto uno stomaco cacciatore non è facile da descrivere, bisognerebbe rispolverare l’istinto che fa muovere gli animali, le tecniche di caccia…

Albero genealogico.

  Direzione improbabile, una strada arata concimata e seminata di morti da quel nome che per primo scese dall’alto a dettar la legge, nella terra grassa si vedono spuntare i primi germogli, il sentiero si allunga a perdita d’occhio verso un futuro tracciato d’idee…

Il segno

  Il segno è una linea tra il chiaro e lo scuro, lo diceva sempre il professore di disegno al liceo, mi ha lasciato l’occhio clinico infatti in un dipinto è la prima cosa che guardo cioè se le linee sono fatte ad Arte…