Categoria: poesia

Scacco al re.

. Vedere così quella carne polposa tuffare la faccia e mordere straziare dilaniare e d’urla sguaiate fare musica diletto volare d’uccello nel morbido nido la lingua assassina che scava nel cuore. . Alza il ciuffo san Giocondo disegno di torbida trama calamita al profondo…

Romeo.

. Affilata la matita ficcata nel cuore del vampiro che sogna pioggia di sangue da nuvole lontane preparando la tavola banchetto d’orgia uragano di carne d’osso rifatto esce dalla tomba spalata da fame       che nulla ragione ascolta… . Risuona l’eco carosello di spade…

Tonnellate di niente.

. Raccontare storie al microfono dell’al di là vegliano i morti il sonno dei vivi rimbambito allo specchio tirato fuori così com’è aggrovigliata macchina di parole su una merda pestata da un cane la strada che porta all’Uomo non conosce pietà. .

Il cazzo di Ulisse.

. Il cane alla catena abbaia bau bau navigare tra sbarre lucchetti porte chiuse carie cappi ceppi forche la carne brucia cicatrici d’anni dimenticate sborrate di sogni maldigerite sirene sugli scogli dell’impossibile la voce della tempesta rinchiusa in un faro. .

Una puttana al giorno leva la gelosia di torno…

. Marionette e burattini sano scopare e questa baruffa e quella s’azzuffa galante tasto di pianoforte tra le vulve aperte e sbrodolanti la lingua accarezza sinfonia di imperitura giovinezza. .

Pane e prosciutto.

. Bella troiona tenero burro da ficcare in tutti i buchi giù per la gola tra echi ingordi su per il pozzo dei desideri culo sfondato a schizzare merda stringono le tette il cappio invano impiccato al cigolare del divano aperto il languido ombelico…

Diluvio.

. L’arca di non è ci sono solo nomi cimitero galleggiante nell’empireo mare dei sogni. . Nel pantheon egizio le mummie indaffarate a servire caffelatte con brioches al bar della stazione. . Riflesso condizionato squilla il telefono: “pronto chi parla?” silenzio di parole che…

Rutto afrodisiaco.

. Nel manicomio i matti sono matti nell’arena i cristiani si sono mangiati i leoni nel sogno seghe e ditalini nella realtà quello che non è è perché quello che è non è critica essenziale farsi gli affari propri e tirare a campare. .

Quod erat demonstrandum.

. Attira i polpastrelli questo gelido fuoco a toccare guardare negli occhi dal sepolto budello quel che le ossa portano la carne riveste la parola conferma sorsata di feccia dal gusto statistico dove  fortuna trascina al risultato che piaccia o no. .

Contrasto.

. Musa che rizzare fai il cazzo al poetare leggero scoppia sta palla piena di guai sogno nel sogno sognando il vero. . Parole d’amore seduto al cesso splasciano* nel torbido richiamo di voci al canto l’udito fesso pesciolino lucoso appeso all’amo. . Desiderio…