Categoria: poesia

Rien ne va plus.

  0scuro muove la fortuna su quel che è perché dev’essere vola l’uccello al raggio di luna nido piumato d’infocato cratere. . Traccia la strada viscida bava passo per passo a prendere quota vada in malora la rava e la fava soffia l’arcano che…

Sisifo.

  Mano nella mano della fortuna sulla strada invisibile che dal mattino sale alla sera la notte rotolare giù e ricominciare… . Dalla riva di là dal mare il sorriso delle bambole frange l’onda su questo scoglio spruzzando allegro le grigie piume di stoccazzo.

Lumicino.

  Di mille facce una la carne che indossa tra i muri la sposa dimenticata nel sogno d’antichi splendori      mai vissuti… . Gira la giostra dell’orologio il piatto in tavola consolante tran tran della vita.

L’angolino.

  Sulla vetta sibila il vento la notte rimbomba l’eco l’abisso di un mondo perfetto allora viene spontaneo chissenefrega di questo chissenefrega di quello     chissenefrega di quell’altro…

Incendio.

  Casa di bambole gonfie di sborrate nel fazzoletto cazzi dimenticati nelle ovaie in fondo alla gola mummia di tempo fasciata la scia dei sogni . La cagnetta lecca i piedi dolce nettare le palle girano        il mondo l’universo tutte le stelle…

Così è.

  Mestolare di quel che piace carne fresca ed allegria festa d’orgia in buona pace sangue e fuoco con sangria . Sbuffa il cazzo a far bottega stantuffare nel vasto mare si minchiona frullo di sega fighe larve al gusto amare . Colpo d’occhio…

Mano d’opera.

  Scorre la vita di là dal vetro illusione e realtà contrasto palcoscenico di scintille tra maiali indaffarati a riempire salsicce guardare e non toccare.

Iti a spennare riiti spennati.

  Tristo destino morire di fame anzi il ludibrio della menzogna appeso al cappio di un salame pisciando il getto nella fogna . Alza il sipario la giornata butta miscuglio a minestrone fatta a dovere una cagata quel che si sgonfia nel coglione ….

Fracasso.

  Al profumo dei fiori in boccio vedere la feccia stagnare il fondo bicchiere d’anni gettati al muro il buio ad una nuova luce la brama di vita.

Sbaccalà.

  Volando farfalla tra i fiori aquila tra le nuvole meteora tra le stelle in punta di lingua palleggia la vita.