Categoria: poesia

Le ballerine di Mombercelli.

  Tempesta marina pietrificata infuria nella notte lampi d’idea covata tuoni frantumi d’uova rotte sull’onda fragranza d’altra vita che in mille rivoli su ogni ora precipita… Invisibile dialogare di fisarmonica scatta la foto a quel che fu nel danzare inferno la fatica grondò sudore…

In vino veritas.

Bagno di fango uomo di terra cacca secca rivoltato nel tritume d’occasione mascherella riciucciata dalla zecca     per coniare il soldino d’un coglione… Scrivono le stelle parole strane lette nel verso che intendono i cani scavate le ossa d’origini umane        ringhio bastardo non…

Fuori le lancette dell’orologio l’onda.

  Di buon ora tra le vigne al prossimo treno, ali di piedi scalzati currenta indiavolata fisarmonica d’attori canuti dejà-vu fantasmi incolonnati sul tramonto in guerra con l’alba una sottile linea di buio passa il corteggio di Dioniso il bardo accesi i falò arrossano…

Tic tac.

  Nel silenzio della notte sospira una banda la sua marcetta alle stelle bige di fioco lume infiammano i tetti lunga colonna di tegole e camini fumano il filo d’una giostra incantata fiume di buon umore, oceano di champagne spumeggiante ebbrezza del navigare che…

Deriva dei sentimenti.

  Peli vizzi ma che importa? Porta in nuce la sua gemma zuccherino sulla torta per fiorire a nuova flemma… Mezzasega si fa in quattro la gavetta s’è scordata corda vibra con il plettro fischia aria di petata… Del rottame che è rimasto con…

Im“polina”zione d’ape.

  Il piacere di guardare calice il solo momento sull’onda la musica la tua luce danzare sciolta nell’impeto tumultuoso che infoca il vento…   poesia distillata goccia a goccia effervescente succo furor di tempesta cavalcata selvaggia d’ubriaca follia splendore lapilli erezione del vulcano in…

Ritmo, rombo e catapulta.

  Pile di libri i tasti della macchina da scrivere lettere e note volano fuori dalla finestra tant’anni a sentir cantare gli uccelli            il mattino le stelle sul tetto girar la notte i fantasmi danzare sul muto giorno. Ma va là che se…

Sgocciolii di cesso e latrina.

  Sguazzar nella merda di un solo dì senza lagnarsi se piove pipì tener su la testa dal denso liquame tra mosche e tafani che pietan la fame il vento sonoro lo petan i malanni tra rutti e sputacchi sì gravi d’affanni fiorire di…

Una notte annoiato sperando in niente.

Il cosmo ovunque si guarda il manicomio deserto infocato che avanza Il macrocosmo                   girano le stelle costellazioni allo specchio                                                                 Una porta per uscire                                                          aprire la finestra e volare via fumo dal camino alla nuvola Il microcosmo                                    senza pietà l’acqua…

Animal farm.

                                                                                                                                                                                                                                Sgancio di mezzanotte, via il padrone della stella cani e porci han fatto zucca raglian ciuchi nella stalla notte e dì mungendo mucca…                                                                                                                                                                                                                                    vedere sorgere l’aurora                                                                                                                                                                                                                                    ali al giorno di buon ora incanta, son versacci di pazzia fan venir la…