Categoria: poesia

Cimitero dentro.

. Morti anelano al massacro per rinascere nella memoria rintocchi di campana sulla teoria di zombi robot programmati escono dalla tomba folli pensieri è pieno il manicomio via la zavorra sulla cima di niente l’aquila vola. .

Ombra del nulla.

. Del tempo si calpesta la polvere sulla strada leccare per terra trionfi e massacri il senno del poi come il mare le sue tempeste carica il cannone e spara alle stelle l’inutile arrancare di un solo giorno piuma all’arruffare del vento. .

Palle e pene.

. Se si muove sa di fritto se sta fermo non va dritto sulla carta quel che regge tiene il ritmo dello scritto. . Parolacce son scoregge per chi annusa nella legge il pallone dove fora scoppia tutto tra le schegge. . Va lo… Continua a leggere “Palle e pene.”

Sette righe bavose.

. Spettacolo solo per tigri ruggire buttarsi nella zuffa nuotare nel sangue sbranare divorare spensieratamente dorme belato sotto il vello della pecora mentre il cerchio si stringe al collo di un cinema affollato. .

Chi l’ha visto?

. Quando si sgozza il maiale si fa gran festa l’abbondanza cascata di sangue non si spreca nulla chi fa a pezzi chi allunga budella chi macina salsicce tutti ballano cantano si ingozzano rotolano nel rosso fango inculando vergini fanciulle carne profumino cuoce sulla… Continua a leggere “Chi l’ha visto?”

Brontola il fuoco nella stufa.

. Un tempo ci si divertiva a guardare i leoni mangiare i cristiani poi i cristiani si sono mangiati i leoni e adesso è una noia… .

Anche le pietre cagano.

. Da una parte bestemmie da un’altra gargarismi d’opinione sputati in faccia alla realtà Giuda con la maschera di Cristo standard unificato d’umano convivere nel gran baccano di rutti e scorregge dopo lunga digestione e va per il suo campo d’un altro pianeta invisibile… Continua a leggere “Anche le pietre cagano.”

…e il papà ha fatto le gnocche.

. Cazzate che altro si potrebbe dire? grandi peccati non ce ne sono più trasgressione alla valle di lacrime povera gente promossa in nomine dei medicine razionanti manicomio fiume nel suo letto dorme la veglia del sonno scorrendo pigro al caotico mare lo scoglio… Continua a leggere “…e il papà ha fatto le gnocche.”

Chi non risica non rosica.

. Serietà pagliacci e buffoni ridono sotto la maschera la mano bassa di chiacchiere di tutto quel che si crede acca aspirata. . Buttata la pietra nel mare queste le onde a baciare la riva vasi comunicanti a pagare ruttano di culo suonando la… Continua a leggere “Chi non risica non rosica.”

Bordellomachia.

. Danzano puttane intorno al fuoco freddo dell’attesa carne a buon prezzo dal macellaio lunga salsiccia di cazzo periscopio allungato nel bavoso tunnel spruzzi fecondi dolce salato leccati alla goccia parlano le montagne echi di valanghe ascoltano le tempeste oceaniche in silenzio composte trombe… Continua a leggere “Bordellomachia.”