Tag: ditirambo

La compagnia.

. Non c’è altro da aspettare che il boia cali la mannaia in quell’attimo senza parlare succo di vita spreme la baia. . Cala il sipario sul burattino dietro le quinte ride e festeggia intorno la cassa del botteghino pesata a grammo d’una scoreggia.… Continue Reading “La compagnia.”

Menefregando.

. Leggenda d’orchi e lupi mannari covati nella terra del mistero invisibili ombre tra vecchi calendari fuori il portone di uno scuro pensiero. . Gonfiano le tombe i morti dannati battono i coperchi nel fuoco d’inferno carne e sangue per il corpo affamati ulano… Continue Reading “Menefregando.”

Credevo di avere la maschera ed invece era la mia faccia.

. Non c’è altro che vecchiume a sfogliare tra queste pagine carne d’assaggio al gusto del verme rafferma sostanza d’onirico pane. . Rubato il bicchiere ad una bambina tra baci di lingua una fresca sorgente sgorga a lavare la triste latrina scintilla esplosiva nel… Continue Reading “Credevo di avere la maschera ed invece era la mia faccia.”

Serenata sdolcinata.

. Un giretto in bicicletta pedalando tra i ragli dei somari non ha senso avere fretta il trenino ha la via sui binari. . Palloncini colorati per volare sulla cima del pensiero nei silenzi scanzonati ali aperte il profumo del sentiero. . Navigare col… Continue Reading “Serenata sdolcinata.”

Tre piedi di sugo.

. Sognare di fica in astronave scopate e leccate in bagnasciuga fa bene il piccione contare fave di ogni presa toccata e fuga. . Gira il pallone andare a rotolo piume arruffate corte vedute passa la spugna sul lubrico volo contare tra dita la… Continue Reading “Tre piedi di sugo.”

Rolling “stoned”.

. Semplice formichino a cercare la briciola da portare a casa tra i telai dei ragni e lo sfottio delle cicale. . Non c’è palmo che non s’apra nel frugar da destra a manca gira il sasso sotto sopra senza il fiato d’una panca.… Continue Reading “Rolling “stoned”.”

De suino maialorum.

. Fatto cuore calamaio tutti i colori della fantasia spalmati sul grezzo saio vita conviene portare via. . Nuda terra la pesta seme da fiorire il verso giocoso farfallio di festa lo spazio a volare immerso. . Contatto a partorir scintilla di null’altro fuoco… Continue Reading “De suino maialorum.”

Ueva passa.

. Lingua lunga per leccare tra le gambe della sirena che l’uccello ha fatto pena in bottega a profumare. . Verso lungo quanto basta per stappare il fondo buco madonnina di marmo casta bocchinata da raglio ciuco. . Pesta i piedi sullo scritto il… Continue Reading “Ueva passa.”

Allegretto ma non troppo.

. Piccola immensità nascosta tra i cespugli della quotidianità brilla invisibile nel grande nulla il fare possibile. . Chiamare la notte giorno ed il sole lampadina immobile nel cielo attorno di sogni malati fattorina. . Impalpabile profuma la vita alla finestra d’ogni rinuncia maestra… Continue Reading “Allegretto ma non troppo.”

Marketing.

. Sulla tavola imbandita piovono sputi catarrosi maiali pasciuti e contenti sudano succo di gradasso. . Va lo schifo in alto mare “terra terra!” dalla coffa macelleria si porta a fare pelle gonfiata buona stoffa. . Vendesi sogno tra riga e strofa succhio veloce… Continue Reading “Marketing.”