Tag: filosofia

Passato di futuro al presente.

. Il bene è un nome, il nome non è forma quindi la forma del bene non è bene e se non è bene è male. Specchio specchio dei miei coglioni, ormai si tritano discorsi già triti ma tant’è se così è… Si può… Continua a leggere “Passato di futuro al presente.”

Cronologia della memoria.

. Il sapere è un nome, il nome non è forma quindi la forma del sapere non è sapere e se non è sapere è ignoranza. Qualcosa del genere lo scrive anche Platone nell’Apologia, il non sapere è forma, quindi universale, un immenso non… Continua a leggere “Cronologia della memoria.”

Vecchio rottame.

  Per il nominalismo il nome è forma, se il nome è forma il morto è vivo e di conseguenza il vivo è morto, per dirne alcuni Buddha, Cristo, Maometto, vivi nell’immaginazione collettiva, novelli Cicicov col loro seguito di anime morte, si vede il… Continua a leggere “Vecchio rottame.”

Amore un corno.

. Amore è un nome, il nome non è forma quindi la forma dell’amore non è amore e se non è amore che cos’è? Come al solito c’è a chi piace crudo ed a chi piace cotto, statistica quanto è grande il mondo, se… Continua a leggere “Amore un corno.”

Ghiaccio.

. “Io sono un cretino!” Questa affermazione può essere guardata da due differenti punti di vista. Per il nominalismo – formalismo il nome è forma quindi lo scrittore si identifica nelle parole che scrive venendone usato, in questo caso sono un cretino. Per la… Continua a leggere “Ghiaccio.”

Nerone.

. Nubi di tempesta pascolano agitate nel cielo lassù, erba ne è rimasta poca, c’è chi foraggia piove la manna piscio celeste a bocca aperta da bere, poche le fortunate, le altre s’ammassano in vapori tumultuosi, nere, cariche di elettricità, gonfiano, allungano lunghe dita… Continua a leggere “Nerone.”

De profundis.

. Il fenomeno è uno spazio compreso tra due limiti di tempo, l’inizio e la fine, di solito espressi con due date, da a, come si vede sulle lapidi dei cimiteri. Questa proposizione si può prendere come legge universale, qualsiasi cosa esista nel mondo… Continua a leggere “De profundis.”

Lupus in fabula.

. A pancia piena si sogna, a pancia vuota si ha fame. Esempio, un salottino con delle comari inglesi pettegole che, tra un pettegolezzo maligno e l’altro, prendono il te con i pasticcini. Si vede che non hanno fame ed allora la lingua cammina,… Continua a leggere “Lupus in fabula.”

I filosofi del Cassirer… (Kaiser)

. Il manipolo di Cicicov si aggira per l’Europa in cerca di un nuovo olocausto per riprendere carne, da morire dal ridere, la tomba di ieri, il peso dei nomi retta voragine avanti e dopo Cristo, un punto, una data, di là i cattivi,… Continua a leggere “I filosofi del Cassirer… (Kaiser)”

Prima quello che non è.

. Una volta, non tanto tempo fa, stavo leggendo un giornaletto di Topolino che avevo trovato in una discarica di rifiuti sepolta nell’inconscio. Ero in un momento di transitorietà, per dirla alla Fichte stavo sul baratro dell’identità. C’erano Topolino e Pippo che dialogavano di… Continua a leggere “Prima quello che non è.”