Tag: pennellata

Pane quotidiano.

  Abbuffo di ciliegie gonfia la pancia voglia di cagare splash! s’allarga il mare di merda … va lo schifo a vele spiegate.

e…

  Profumino di figa sentirti vicina e non poterti abboccare dissanguare sfondare e gonfio della tua carne esplodere e adagio dar fuoco all’universo frizzante acqua di desiderio per la lingua golosa e assassina.

Il fatto.

  Sorseggiando il mestruo incandescente della menzogna le gambe spalancate alla lingua golosa gusto di retrobottega merce invenduta stipata a marcire fluido condimento vermicolante messo in piedi a camminare da intenditore il gusto eccitazione vomito di frasi fatte scoregge tonanti lampi fulmini tempesta statistica…

Il pollaio.

  Dopo una giornata di duro lavoro una cenetta deliziosa accarezzano le mani la creazione alle palpebre socchiuse di stanchezza gocce di rugiada brillano illuminando la musica di vivere nel letto vuoto che attende per una bella dormita.

Far niente zen.

  Necessario di quel tubo che gira l’ore lavarsi il culo che non prude cagata scivolosa sulla bocca ben pensante ombra al guinzaglio del calendario . Conseguenza dar di sprone a sto coglione d’alba e tramonto innamorato d’ogni giorno un nuovo amore.

Freud ddt.

  Stufo assai della credenza vale la pena essere nessuno ne io ne es ne super io tanto per provare e vedere com’è…o non è . Si va sperduti nell’aere nullo di un computer spento realtà senza lo specchio a dir di no per…

Faccia di tolla.

  La noia quella c’è a sentire mancanza d’arruffe baruffe davanti un foglio bianco: “questa è la vita che faccio?” . Facile gioco di parole l’onnipotenza della carta l’impotenza della carne volere volare del verme che striscia a banchettare la polvere . Questo è…

Fragole con la panna.

  Quando lo spazio di una tomba ed il tempo un pentagramma vuoto fluisce l’essere la natura umano colorare il grigio precipizio in fontana zampillante sgorgando musica dai sassi della strada parole in armonia luccicante onda al buon umore.

Al vento.

  Volare all’orizzonte cercando un nido caldo per riposare l’ali una pollastra da beccare straziare le carni dilaniare brano a brano e saziare la vorace fame di vita . Torna la testa sul collo bene avvitata tocca con mano la realtà lo spazio di…

Tigre a caccia.

  Piccante bocconcino di fuoco zampillante l’ago della bussola impazzito si rizza e scocca la freccia d’amore . Oh bufera di sensi di tutto il mondo piacere inebriante perdersi tra le onde eccitate esplode il vulcano faville lapilli in corsa all’empireo cielo d’estasi e…