Tag: satira

Rutti in scatola.

. Bella mignotta d’una vacca montata a groppa gonfio il metro infilato crudo e dacci e dacci di carne fiamma ardere il mondo stella che brilla nella notte buia di mille perse arrotolando il corno menando il bue per la stalla vuota senz’altra riga… Continue Reading “Rutti in scatola.”

De profundis.

. Il fenomeno è uno spazio compreso tra due limiti di tempo, l’inizio e la fine, di solito espressi con due date, da a, come si vede sulle lapidi dei cimiteri. Questa proposizione si può prendere come legge universale, qualsiasi cosa esista nel mondo… Continue Reading “De profundis.”

Pompa Magna.

. Parolaccia dentro le mutande maschera nasuta sulle gambe banderuola al vento di belle sottane si allunga al sollecito di quella bava in punta di lingua spremuto il succo. . Vita d’ombra e oscurità peccato sudicio in confessionale invidia e gelosia di macchia infame… Continue Reading “Pompa Magna.”

Ciurma d’inferno.

. Fatti non fummo quindi nomi sulle lapidi di un cimitero avidi di sangue vivo per parvenza di vita che ci tramandi al domani. . Ola ò tutta questa gesta nube in cielo a pecorella che s’ammassa alla tempesta porcilare di procia macella. .… Continue Reading “Ciurma d’inferno.”

Mutandismo.

. Una volta, quando ero giovane, tanto tempo fa, stavo leggendo “L’inconsolabile” tratto dai “Dialoghi con Leucò” di Cesare Pavese, descrive un dialogo tra Bacca e Orfeo sui motivi per cui quest’ultimo si volta a guardare Euridice perdendola per sempre. Ero arrivato alla fine… Continue Reading “Mutandismo.”

Rutto afrodisiaco.

. Nel manicomio i matti sono matti nell’arena i cristiani si sono mangiati i leoni nel sogno seghe e ditalini nella realtà quello che non è è perché quello che è non è critica essenziale farsi gli affari propri e tirare a campare. .

Un mondo perfetto.

. Figlio bianco di una puttana negra venduto dagli zingari su uno sputo catarroso sbavano le iene intorno al moribondo gli avvoltoi gracchiano affamati oscurano il cielo bombardando di cacche la speranza mentre il mare rotola le sue onde da una riva all’altra dell’eterna… Continue Reading “Un mondo perfetto.”

Il tempo.

. Nel manicomio i matti sono matti, correnti d’opinione onde di sabbia nel deserto tra sogno e realtà, i maiali grugniscono i cani abbaiano, ogni tanto qualche rutto, probabilità non se ne vedono, vie di fuga neppure, allora… Ieri non è mai esistito domani… Continue Reading “Il tempo.”

Il punto.

. Una pisciata all’aria aperta sermone dal pulpito alla platea di rimbambiti abbaiano i cani grugniscono i porci intanto la nave va anche oggi   rutti scorregge… .

Le mutande della madonna.

  Spettacolo palloncini per aria scoppiano allegramente presunzione della mutua chiude gli occhi la vita al dolce sonno di un attimo di follia nell’eterno giro l’illusione schiacciato dal peso dell’ingrata fortuna che pietà non vede dolore non sente giudizio non tocca oltre l’afrore di… Continue Reading “Le mutande della madonna.”