Tag: satira

Amanti dell’ombra.

  Incatenato al palo del dovere cola la bava del non potere fiume che serpeggia tra le puttane che di immissari che colano dalle sottane fanno piena e tumulto inondando il senno di ogni culto e viene da chiedersi se pena vale sacrificare la… Continua a leggere “Amanti dell’ombra.”

Auto analisi.

  La realtà, come camminare su un tapis roulant, il mondo scorre, l’attimo sul punto a guardare, presente continuum, fantasmi evanescenti segnano le ore, scampanii di campane fesse, venticello monotono e null’altro. Su una bancarella di libri usati spicca la copertina del “Povero Piero”… Continua a leggere “Auto analisi.”

Politica e banane.

  In manicomio sono i matti non è cosa che sorprende raglia l’asino con i gatti va in discesa dove pende. . Vanno i morti dietro al carro piange il mesto funerale per uno sputo di catarro chiama al mucchio generale. . Ora gli… Continua a leggere “Politica e banane.”

Satira.

  Laggiù quattro soldi di tempo c’è la cambiale da pagare giro di boa gonfia vela di cazzo e pappafica ben saldo il timone verso l’abisso o la vetta…

Roulette russa.

  Reagire all’ingiustizia fa sbavare il cane di Pavlov meglio fare chissenefrega per non salire in troika a Cicicov . Ogni macchina mangia e caga se no chiude il repertorio lo spettacolo della vita da guardare e non toccare.

Il piacere.

  Cos’è il piacere? La prima cosa che si vede è che il piacere è un nome e come si sa il nome non è forma. La forma del piacere quindi non è piacere, ci si può sbizzarrire nella statistica, c’è a chi piace… Continua a leggere “Il piacere.”

Buon dì.

  Fatti non fummo per vivere come piccoli borghesi cretini credenza con apparenza fa il sedere buon viso a spingere passeggini… . Volare d’uccello di ramo in ramo verso il piacere di un breve sussurro seguendo la trama d’un allegro ricamo fuori il castello… Continua a leggere “Buon dì.”

Tra le canne…

  Tempo da fondo bicchiere feccia trita di grumi catarrosi mestruo marcio d’occasioni mancate . Guardare la vita la perfezione ribollire lo schifo e d’un sorso dare schiaffo al muro! . Fuori di giudizio le orme sulla strada macina d’ossa becchime nominale ad imbeccare… Continua a leggere “Tra le canne…”

Il fatto.

  Sorseggiando il mestruo incandescente della menzogna le gambe spalancate alla lingua golosa gusto di retrobottega merce invenduta stipata a marcire fluido condimento vermicolante messo in piedi a camminare da intenditore il gusto eccitazione vomito di frasi fatte scoregge tonanti lampi fulmini tempesta statistica… Continua a leggere “Il fatto.”

L’elettrone.

  Nel torrente della vita sta la pietra come un sasso senza anelli tra le dita a vociare altro fracasso . Rompe l’uovo ogni mattina pigolare in faccia al vento frittata fresca di gallina ispirazione del momento . Come potenza sputa l’atto che fra… Continua a leggere “L’elettrone.”